Sappada con bambini d’estate

Sappada con bambini d’estate

Alla ricerca di Sappada con bambini d’estate, attorniati dalle Dolimiti, patrimonio UNESCO. Scopriremo natura, tradizione, fratellanza e rispetto dei valori

Visitare Sappada con bambini d’estate significa immergersi in una realtà in cui folklore, artigianato, architettura, monumenti, musei, gastronomia ed escursioni procedono di pari passo.

Dove si trova Sappada

Sappada si trova in Friuli Venezia Giulia, nella valle alta del fiume Piave, tra la Carnia ed il Comelico. Infatti, il fiume Piave nasce proprio qui a Sappada (e ne parleremo più avanti).

Dove si trova Sappada
Dove si trova Sappada

La storia di Sappada

Sappada (o Plodn, come nella lingua locale) nasce intorno all’anno Mille in seguito all’arrivo di gruppi di profughi fuggiti dalla Villgrattental, in Tirolo, per sottrarsi ai soprusi dei signori feudali. Ad ogni modo, il paese nacque con la nascita di 14 nuclei abitativi, le attuali borgate.

La lingua di Sappada è il plodarish, un dialetto bavaro-tirolese.

Il folklore a Sappada con bambini ed il ritorno alla tradizione

In occasione di due feste abbiamo avuto l’onore di conoscere le musiche e le danze del gruppo folkloristico Holzhockar, i taglialegna, sia nei loro componenti più giovani che in quelli più grandi. Uno spettacolo davvero affascinante in cui si uniscono danze, musiche e gestualità tipiche dell’antico mondo del lavoro, come quello del minatore, della fienagione o del taglialegna. I costumi tipici, bellissimi, esaltano le musiche e le danze di questi ragazzi davvero in gamba.

Parte di questi ragazzi fanno parte anche della banda musicale di Sappada, riportando in scena musiche e sapori genuini.

La tradizione a Sappada
La tradizione a Sappada

L’architettura delle case di Sappada

Abbiamo avuto l’onore di alloggiare nella Borgata Fontana (anche di questo parleremo a breve), nella Sappada vecchia. Abbiamo, quindi, potuto ammirare le case affiancate dalla stalla con il fienile. Case rustiche, molto semplici, se volete, ma decisamente ampie e funzionali ad una popolazione dedita alla pastorizia a all’agricoltura e che doveva affrontare le avversità del freddo inverno. Le case sono costruite su uno zoccolo di pietra, su cui basare travi di legno sovrapposte. Immaginate questo spettacolo condito da balconi fioriti ricchi di gerani. Una delizia per gli occhi dei bambini e degli adulti.

Sappada con bambini
Sappada

Cosa vedere a Sappada con bambini

Il Museo etnografico

Nella borgata di Cima Sappada abbiamo avuto l’onore di percorrere un itinerario tra natura e tradizione. I bambini erano davvero stupiti dell’ingegnosità di un popolo tanto semplice quanto ingegnoso. Io ero stupito tanto dal telaio quanto dagli attrezzi dell’agricoltura. I bambini, invece, dal seggiolone per bambini con incluso scarico per i bisognini. Geniale!

sappada museo etnografico
Oggetti della vita contadina al Museo etnografico

La casa museo della civiltà contadina di Sappada con bambini

In borgata Cretta abbiamo visitato un’antica casa sappadina del 1825, con tanto di stalla e fienile annessi, appartenuta a due fratelli (maschio e femmina), sempre occupati nelle attività giornaliere (sartoria, agricoltura, allevamento, produzione di salumi). Impressionante, ancora una volta, l’attenzione per i dettagli in un periodo in cui la tecnologia era limitata e l’ingegno doveva nascere dall’individuo per facilitare la vita quotidiana. Sentirete ancora oggi, inoltre, il profumo dell’affumicatura dei salumi. Per completare la visita, una prelibata serie di assaggi offerta dalla Bottega di Sappada, presso cui abbiamo successivamente acquistato salumi e formaggi.

Sappada con bambini La casa museo della civiltà contadina
La casa museo della civiltà contadina

Il piccolo museo della Grande Guerra

In borgata Muhlbach, prima delle Cascatelle, abbiamo visitato un museo piccolo, ma ricco di storia, con reperti rinvenuti nelle montagne di Sappada.

Questi tre musei sono aperti solo d’estate.

Le sorgenti del Piave

Sebbene molti intrepidi l’abbiano fatta a piedi, abbiamo raggiunto le sorgenti del fiume Piave comodamente in auto, lungo un percorso davvero ripido, ma facilmente percorribile. Acqua fresca, un bel ponticello per una foto ricordo di fronte alla polla in cui nasce il famoso fiume Piave.

Sorgenti del Piave a Sappada
Sorgenti del Piave a Sappada

Ovviamente abbiamo fatto ascoltare ai bambini il testo della famosa canzone, che abbiamo imparato a scuola (alle medie? Non ricordo!) Lasciata l’automobile nel parcheggio del rifugio, abbiamo percorso a piedi un sentiero, raggiungendo prima il rifugio Calvi (cibo ottimo e vista spettacolare). Infine, abbiamo raggiunto la Madonnina posta nella cima in alto. Rientrando ci siamo fermati (sotto una bella pioggia) presso l’accampamento austriaco della Grande Guerra. Micidiali i punti di avvistamento scavati all’interno della roccia, praticamente invisibile ad occhio nudo.

 rifugio austriaco calvi
Vedete il rifugio austriaco?

I mulini di Cima Sappada

Li abbiamo visti in auto, mentre raggiungevamo le sorgenti del Piave. Due mulini meravigliosi, che ricordano la vita semplice del passato. Due spettacoli da cartolina

I mulini di Cima Sappada
I mulini di Cima Sappada

Passeggiare all’interno di Sappada con bambini

Case bellissime, adornate con amore e sapienza dagli abitanti. Legno, acqua e fiori ovunque. Alla fine non potrete fare a meno di scattare foto ricordo ovunque. Ogni borgata ha la sua semplice cappellina e le sue fontane. Un murale in borgata Soravia racconta il Carnevale sappadino (e ci promettiamo di vederlo prossimamente) e tra le borgate Ecche e Puiche un antico essiccatoio del lino. Un vero gioiello di paese!

Sappada vecchia
Sappada vecchia

Parco della fauna alpina o, più semplicemente, il parco con i daini

Cinque esemplari di daini con un manto e delle corna davvero splendenti. La gioia di adulti e bambini, che si divertiranno a dar loro da mangiare e ad accarezzarli. Sapevate che le corna del daino sono ricoperte da un velluto morbidissimo? Noi adesso lo sappiamo! C’è un daino (il boss), che vuole mangiare tutto lui. Il gioco preferito da tutti era attiralo lontano con fiori e carote per permettere anche agli altri daini di mangiare.

Sappada con bambini parco dei daini
Sappada parco dei daini

Le cascatelle

Partiamo da borgata Muhlbach e percorriamo con semplicità un percorso tra le cascate, che nasce con un ponte addobbato a festa con gerani, per giungere infine alla cascata più grande di quasi 50 metri. Una goduria bagnarsi con gli schizzi dell’acqua, soprattutto in una giornata calda con camminata inclusa.

Sappada con bambini cascatelle
Cascatelle

Orrido dell’Acquatona

A 2 km dall’ingresso di Sappada, in direzione Cadore, raggiungete in auto uno spiazzo da cui ammirare da un ponte una profonda forra scavata dal fiume Piave. Purtroppo, in seguito alla tempesta dell’ottobre 2018, non si può scende sulla riva del fiume per ammirare meglio questo spettacolo della natura.

L’artigianato del legno

Difficilmente non noterete una delle principali passioni degli abitanti di Sappada: intagliare il legno e realizzare maschere e sculture in legno davvero pregevoli. Basta passeggiare per le vie del centro per ammirare la fantasia e la bravura degli scultori di Sappada. I bambini ne saranno affascinati!

sculture di legno di Sappada con bambini
Una delle sculture di legno di Sappada

Fare escursioni a Sappada con bambini

Il paese è circondato dalle Dolomiti e da innumerevoli scelte di percorsi con diversi livelli di difficoltà. Noi ci siamo limitati a passeggiate impegnative, ma abbiamo visto alcuni bambini fare anche le ferrate. Ciò che rende incredibili le escursioni è l’unione della natura (abeti rossi, fiorellini colorati) con la storia. Infatti, abbiamo visto numerosi luoghi della Prima Guerra Mondiale con i suoi fortini, le gallerie e le postazioni di vedetta. Non potete immaginare che panorami abbiamo ammirato!

Noi abbiamo fatto questo percorso. Dalle sorgenti del Piave al rifugio Calvi fino alla alta Val Sesis (2.164 metri).

Sappada con bambini Panorama dal rifugio Calvi
Panorama dal rifugio Calvi

Poco prima del rifugio Calvi, sulla destra, raggiungete i fortini e le gallerie austriache della Grande Guerra, addirittura scavate nella roccia e praticamente invisibili. Nello slancio, una marmotta ci ha salutato mentre rientravamo a casa a Sappada con bambini.

Cosa fare e vedere nei dintorni di Sappada con bambini

Val Visdende

A pochi km da Sappada, si entra nella valle (ingresso 5 euro per ogni auto) e si percorre una tranquilla stradina. Noi abbiamo parcheggiato presso il bivio Ciadon, raggiunto la Malga Dignas (panorama, cibo e vino squisiti) per poi raggiungere tramite il sentiero 172 il confine austriaco e le postazioni della Prima Guerra mondiale. Abbiamo anche visto due marmotte bellissime lungo il cammino! All’ingresso della Val Visdende, poco dopo il punto informazioni, ci sono inoltre le gallerie di guerra, da vedere con torce per esplorarle al meglio.

 Rifugio austriaco in Val Visdende
Rifugio austriaco in Val Visdende

Auronzo di Cadore

In posizione strategica, con un bellissimo lago (con barchette, kayak e parco giochi), nel 2019 era anche sede del ritiro della squadra di calcio della Lazio (con tanto di foto a Ciro Immobile). Simpatico, anche, il museo del paese Corte Metto con la sua parte dedicata alla prima Guerra mondiale.

Lago di Auronzo
Lago di Auronzo

Lago di Misurina

Una autentico gioiello, da percorrere tutto intorno o, come abbiamo fatto noi, da navigare con un pedalò.

Lago di Misurina
Lago di Misurina

Dopodiché una bella camminata verso le vette delle montagne per un panorama incredibile.

Montagne intorno al lago di Misurina
Montagne intorno al lago di Misurina

Belluno

Una città davvero carina, ma ne parleremo prossimamente per maggiori dettagli. Merita la visita di una giornata intera.

Cortina d’Ampezzo

Sempre la regina delle Dolomiti, anche in questo caso ne parleremo a breve con dettagli.

Bressanone

Attualmente ci vive la cara ed adorata nipote Micol, che insieme ad Alessandro, ci ha fatto esplorare una magnifica realtà. Ne parleremo in un articolo dedicato.

Illegio, il paese dei mulini

A pochi km da Tolmezzo, abbiamo visitato un borgo tanto piccolo, quanto caratteristico. Una passeggiata tra case e mulini vale davvero una bella passeggiata. Un piccolo ruscello corre lungo il borgo e muove le ruote dei mulini. Suggestivo. Il mugnaio vi mostrerà come funziona il tutto. Inoltre, ogni anno una mostra monotematica arricchisce la visita del borgo.

Dove dormire a Sappada con bambini

Secondo noi la scelta migliore è alloggiare a Sappada vecchia, perché decisamente più affascinante e bucolica. Per questo motivo noi abbiamo dormito presso l’appartamento della signora Giovanna e del signor Virgilio in borgata Fontana (recapito telefonico 0435/66102). Affittare un appartamento, secondo noi, è la migliore soluzione per visitare Sappada con i bambini. Inoltre, signora Giovanna e signor Virgilio, due persone davvero meravigliose, ci hanno coccolati come dei figli. Non solo squisite torte della signora, ma anche i sapienti suggerimenti del sig. Virgilio. Tra l’altro l’appartamento, nello stile tipico sappadino, tutto in legno, era fresco ed accogliente, ideale per una famiglia con bambini. Inoltre, l’appartamento è attrezzato con lavatrice e lavastoviglie: un sogno! Come se non bastasse, è ideale per passeggiare nell’incantevole Sappada.

Dove dormire a Sappada con bambini
Il nostro appartamento a Sappada

Cosa e dove mangiare a Sappada con bambini

Piatti deliziosi della cucina di Sappada hanno gentilmente accompagnato le nostre pause durante le escursioni ed il giusto e meritato riposo della cena. Squisiti i formaggi ed il salame stagionato acquistato presso la Bottega di Sappada. Immancabile la polenta, accompagnata da carne di cervo o capriolo. Squisiti i ravioli (Gepichta kropfn) ripieni di ricotta e conditi con ricotta stagionata. Meravigliosa la zuppa d’orzo, i crauti, i canederli. Indimenticabile lo strudel, ma soprattutto lo Strauben, una sorta di frittella lunga e sottile coperta con zucchero a velo ed accompagnata con marmellata di mirtilli.

Sappada cosa mangiare strauben
Strauben

Noi abbiamo mangiato queste prelibatezze presso le malghe ed i rifugi lungo il percorso alpino e durante due feste del paese (Borgate in festa e Festival del fieno). Non dovete assolutamente lasciare nessuna di queste squisite pietanze.

Sappada festival del fieno
Sappada festival del fieno

Infine, se ancora non lo hai fatto, iscriviti subito alla newsletter per ricevere le novità dei nostri prossimi viaggi! E non perdere le novità sulla nostra pagina Facebook, su Instagram e YouTube!

2 commenti su “Sappada con bambini d’estate”

Lascia un commento