Neonati in aereo

Neonati in aereo

Tutte le informazioni sui neonati in aereo: documenti da portare, da che mese possono partire, rischi, consigli, quanto pagano

I neonati in aereo sono spesso uno dei dubbi dei genitori. Andare o non andare? Partire o aspettare che crescano. Devo rassicurare i genitori che leggono: noi abbiamo sempre portato i nostri bambini dalla nascita ed ora sono dei perfetti viaggiatori. Ma vediamo per bene di dare risposta alle vostre domande

neonati in aereo
Neonati in aereo

Documenti per neonati in aereo

Per viaggiare in Italia è sufficiente avere la carta d’identità del bambino. Potete chiederla al vostro Comune sin dalla nascita del neonato ed ha validità 3 anni per i bambini da 0 a 36 mesi, dopodiché, dai 3 ai 18 anni ha validità 5 anni.

Per viaggiare all’estero i neonati ed i bambini devono possedere o la carta d’identità valida per l’espatrio (nel caso visitiate l’Unione Europea) o il passaporto personale. Ricordo che i neonati ed i bambini non sono più inseriti nel passaporto dei genitori, come accadeva in passato.

Documenti per neonati in aereo
Documenti per neonati in aereo

Documenti per neonati in aereo: il passaporto

Al fine di garantire la sicurezza dei minori, i passaporti hanno una validità triennale in caso di neonati fino a 3 anni, mentre ha validità di 5 anni dai 3 ai 18 anni.

Come e dove presentare la domanda per il passaporto per neonati

Puoi richiedere il passaporto tramite il sito https://www.passaportonline.poliziadistato.it e prenotare un appuntamento. La registrazione al sistema deve essere fatta a nome di un genitore, mentre il resto della documentazione sarà fatta a nome del bambino. Se, tuttavia, non c’è disponibilità di date o orari, potete recarvi in Questura o commissariato, ma dovrete fare la fila.

Documentazione da presentare

  • Il modulo della richiesta passaporto per minorenni firmato dai genitori
  • un documento di riconoscimento valido del minore
  • copia del documento suddetto
  • 2 foto tessera identiche e recenti
  • un contributo amministrativo da € 73,50 (sotto forma di valore bollato – ex marca da bollo – da richiedere sempre in una rivendita di valori bollati o tabaccaio)
  • La ricevuta del pagamento con c/c di€ 42,50 per il passaporto ordinario a nome del minore effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.
    La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Li trovate precompilati alle Poste.
  • La stampa della ricevuta rilasciata dal sito Agenda passaporto

Assenso dei genitori

Entrambi i genitori devono dare l’assenso per il passaporto del neonato, il quale deve essere italiano, e devono firmare l’assenso davanti al Pubblico Ufficiale. In mancanza dell’assenso serve il nulla osta del Giudice tutelare.
In caso di assenza di uno dei genitori, si può allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmato in originale con una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio firmata in originale.

Documenti per neonati: la carta d’identità

Puoi richiedere la carta d’identità per i neonati presso l’Ufficio Anagrafe del Comune. Devi consegnare 3 foto recenti. Per essere valida per l’espatrio, l’assenso di entrambi i genitori è necessario. In caso di assenza di uno dei genitori, come scritto sopra, basta presentare un modulo firmato dal genitore assente con la fotocopia del documento d’identità.

Potrebbe interessarti: cosa portare in campeggio con bambini

Neonati in aereo da che mese

Non c’è una regola generale, che stabilisce da che mese possono viaggiare i neonati in aereo. Ogni compagnia ha la sua politica, ma in genere dopo una o due settimane dalla nascita i neonati possono viaggiare. Ad esempio, con Ryanair i neonati in aereo possono viaggiare dopo 8 giorni dalla nascita. Con Easyjet dai 15 giorni.

Neonati in aereo rischi

I neonati in aereo con corrono rischi di alcun tipo. Tuttavia, proprio come noi adulti, può avere fastidio o dolore alle orecchie in caso di decollo o atterraggio dell’aereo a causa della chiusura delle tube di Eustachio, che mettono in comunicazione naso ed orecchio. Per i neonati sarà sufficiente allattarlo.

neonati in aereo pagano
I neonati in aereo pagano?

I neonati in aereo pagano?

Non è facile dare una risposta alla domanda se i neonati in aereo pagano, semplicemente perché ogni compagnia aerea ha una sua politica. Inoltre, le regole cambiano spesso. Il consiglio migliore è simulare la prenotazione direttamente sul sito della compagnia aerea scelta. Ricordo che i neonati in aereo non hanno diritto ad un posto a sedere e viaggiano con il genitore, allacciati con una speciale cintura.

In genere, ma le politiche cambiano spesso, con Ryanair i neonati in aereo pagano una somma fissa di 27 euro circa per tratta. Con Easyjet i neonati pagano 31 euro. Con Alitalia 20 euro. Tuttavia, i prezzi cambiano con tale rapidità che è impossibile starci dietro.

Il battesimo dell’aria

Il battesimo dell’aria è una delle esperienze più belle per noi genitori. Il Comandante firma questo certificato, con tutti i dati del bambino e del volo. Poi noi lo appenderemo in cameretta e saremo fieri di noi!

Ultimamente le compagnie aeree non hanno con sé il certificato di battesimo dell’aria, per cui vi consiglio di portarlo direttamente voi per non rimanere delusi. A volte potete scaricarlo dal sito della compagnia aerea, altre no. Nel dubbio, scaricate questo certificato di battesimo dell’aria per il primo volo dei vostri neonati in aereo

Infine, se ancora non lo hai fatto, iscriviti subito alla newsletter per ricevere le novità dei nostri prossimi viaggi! E non perdere le novità sulla nostra pagina Facebook, su Instagram e YouTube!

Lascia un commento