Stintino con bambini

Stintino con bambini

Stintino con bambini significa tanto mare pulito e cristallino tra spiagge e scogli con panorami mozzafiato

Godersi il mare a Stintino con i bambini è la migliore scelta, che potevi fare. Intanto, perché è facile da raggiungere, ma soprattutto perché conserva il fascino della Sardegna selvaggia e libera a due passi dalle comodità della vita cittadina.

Probabilmente sei come noi e ai bagni di folla preferisci i tuffi nell’acqua pulita. Tutti saranno accontentati, stavolta. Troverete spiagge super affollate, come la famosa La pelosa, o calette tranquille a pochi passi.

Dove si trova Stintino

Siamo nella costa a nord ovest della Sardegna, proprio in quella punta che vedete in alto.

Come arrivare a Stintino

Come raggiungere Stintino da Porto Torres (se arrivate in nave). Semplicemente seguite le indicazioni dal porto. In una ventina di minuti sarete arrivati.

Come arrivare da Alghero. Andate in direzione Porto Torres e seguite i cartelli stradali. In circa un’ora sarete a destinazione.

Scopri di più: Alghero con bambini

Come muoversi a Stintino con bambini

Assolutamente in auto. Noleggiate un’auto e godetevi le spiagge, muovendovi in libertà.

Perché Stintino si chiama così

Nel 1885 l’Italia decide di destinare l’isola dell’Asinara a lazzaretto e carcere (o meglio colonia penale). All’epoca circa 54 famiglie (500 persone in tutto) abitavano quest’isola desolata, tra pastori e pescatori. Alcuni, i pescatori, erano originari di Camogli, mentre gli altri erano sardi.

Vista la situazione, 45 famiglie lasciarono l’Asinara per fondare Stintino (la Comunione dei 45), mentre le altre andarono altrove.

Tra l’altro, due fratelli sassaresi, Salvatore e Cristoforo Murtola, ottenero un indennizzo di 750 lire per ogni famiglia, utilizzato per acquistare un terreno per fondare il nuovo borgo, Cala Savoia. Poiché si tratta di una penisola stretta tra il mare, prese il nome di isthintìnu o sthintìnu, intestino, poi italianizzato in Stintino.

Cosa vedere a Stintino con bambini

Spiagge, essenzialmente mare e spiagge. Tra castelli di sabbia, snorkeling, tuffi, pesca ed una gita all’isola dell’Asinara avrete tutto il tempo per divertirvi e ristorarvi insieme dalle energie perse in inverno.

Quale spiaggia scegliere a Stintino con bambini

La scelta delle spiagge a Stintino con bambini è talmente vasta che potrete avere il privilegio di visitarne una al giorno (anche due, volendo, ma non sarebbe una vacanza). Vediamole insieme

  • La Pelosa. La regina delle spiagge italiane, assolutamente la più bella in Italia e forse nel mondo. Spiaggia bianca e fine. Mare color smeraldo.
stintino con bambini la pelosa
Stintino La pelosa
  • Le Saline. Minuscole pietre bianche. Ideale per tornare puliti a casa. Mare incredibile. Spiaggia attrezzata.
  • Porto Palmas. Sabbia
  • Rena majori della nurra. Sabbia
  • Ezzi mannu. Sabbia
  • Cala isola dei porri
  • Cala lupo. Ideale per lo snorkeling
  • Pazzona. Sabbia e bar
  • Cala sant’Andrea. Sabbia
  • Punta negra. Sabbia. Ideale per snorkeling
  • Lampianu. Ghiaia
  • Fiumesanto. Spiaggia
  • Coscia di donna. Ghiaia.
Stintino con bambini Coscia di donna
Stintino Coscia di donna
  • Villaggio Nurra
  • Tanca manna. Spiaggia.
  • Tamerici
  • Cala grande
Stintino con bambini Cala grande
Stintino Cala grande

Un giro in barca o in gommone

Un’esperienza fantastica è gosersi il mare da una barca, un catamarano o da un gommone. Noi abbiamo avuto il piacere e l’ebrezza di trascorrere una magnifica giornata con gli amici Saverio, Luisa e la piccola Francesca.

Tra l’altro Saverio ha una scuola guida (anche nautica) a Sassari. Prima o poi devo prendere la patente, vero? Qui sotto il suo contatto.

Scuola nautica
Scuola nautica

Ma guardate cosa c’è nel video qui sotto! Assolutamente incredibile.

Cosa troveranno Saverio e Luisa?

Vietati sigarette ed asciugamani in spiaggia alla Pelosa

Finalmente vietate le sigarette in spiaggia e gli asciugamani consentiti solo se posati sulle stuoie. Anche il Comune di Stintino ha seguito il percorso di molte città italiane ed ha emanato il regolamento sull’utilizzo delle spiagge contro erosione e maleducazione e che inizia a dare i primi frutti. Multe salate!

Quando andare

I due mesi migliori sono decisamente giugno e settembre per tre motivi: le temperature sono meno calde, le spiagge non sono troppo affollate ed, infine, spendete molto meno. Luglio ed agosto sono i mesi più caldi e costosi

Dove mangiare

Noi siamo stati al ristorante le Terrazze ed abbiamo mangiato una pizza ottima. Servono anche ottimi piatti di pesce freschissimo. Il consiglio è sempre di prenotare.

Infine, se ancora non lo hai fatto, iscriviti subito alla newsletter per ricevere le novità dei nostri prossimi viaggi! E non perdere le novità sulla nostra pagina Facebook, su Instagram e YouTube!

Lascia un commento